mercoledì 27 luglio 2011

I love Radio Rock!

Ve l'ha già detto Alberto: abbiamo preso una radio.
E' stata dura sopravvivere per un mese senza, dato che eravamo abituati ad ascoltare la radio da mattina a sera o perlomeno ad averla di sottofondo. Non avendo la televisione, poi, la radio è sempre stata la nostra fonte privilegiata di informazioni, commenti, intrattenimento...
Insomma, abbiamo pensato che anche se non parliamo ancora lo svedese, la radio ci avrebbe permesso di capire qualcosa di più sul panorama musicale di questo paese e magari ci avrebbe aiutato anche ad imparare un po' la lingua.

Se avete a casa una radio analogica, dovete girare la manopola molto molto lentamente perchè ogni minima variazione di frequenza è occupata da qualche radio, pubblica e soprattutto privata. Quando ho iniziato a fare lo stesso movimento con la nostra nuova radio... non trovavo niente!! Pensavo addirittura di aver selezionato le onde medie! Invece è proprio così, ci sono circa 6 o 7 stazioni radio, di cui 4 pubbliche (SRP1, 2, 3 e 4), entusiasmanti come radio 3 nei suoi momenti più cupi e le altre private, che trasmettono una playlist di circa 30 brani (tra cui Waka-Waka, I still haven't found what I'm looking for, Nothing else matters,...) che si ripetono!

Possiamo solo sperare che sia la programmazione estiva... oppure ci toccherà decidere davvero di comperare la TV.... Ma per adesso resistiamo!

lunedì 25 luglio 2011

Broogle+

... Non era finita: mi ero illuso :-(
con un grandangolo si sarebbe vista tutta la nuova mercanzia...
Vi ricordate quel piccolo mobiletto senza fondo e quelle quattro mensole che mancavano? Stamattina siamo partiti per Linköping e siamo tornati a casa con altri due armadi da montare (e nuove brugole per la collezione).
Già che c'eravamo nel centro commerciale abbiamo preso anche due elettrodomestici indispensabili: una piccola radio per la cucina e un tostapane!
Il secondo funziona a meraviglia (lo ammetto: ho un debole per il pane bianco tostato, come Elwood) la prima funzionerebbe anche ... è l'etere svedese che è un po' desolante!!
Vabbé, confido che col tempo riusciremo a scovare Radio Mammamia!

domenica 24 luglio 2011

Broooooogle

E' finita!
... non la naja, ma l'assemblaggio di tutti i mobili di casa!!

In questi giorni in cui eravamo orfani di Ilaria ho finalmente completato il mobilio di casa, così adesso potremo passare il resto delle vacanze estive svuotando gli ultimi cartoni (divertentissimo, no?).
A dire il vero Mamma IKEA ci ha tirato due bidoni: per due volte il magazzino era senza mensole per i mobili dei bimbi (e quindi per ora i ripiani scarseggiano) e in una confezione mancava il fondo di uno scaffale per Ciccio...
ergo: tocca tornare per l'ennesima volta a Linköping!
:-/
A voler trovare un lato positivo nella vicenda, avremo qualche chance in più di accaparrarci anche il cuscino preferito da Ilaria (anche quelli erano esauriti nelle scorse settimane).
Sta di fatto che adesso la mia collezione personale di brugole IKEA è considerevole e posso aspirare al titolo di Cintura Marrone nell'assemblaggio di mobili. Non credo di poter ancora ambire a titoli più alti: anche nell'ultima cassettiera che ho montato mi è sfuggito un dettaglio per cui ho dovuto smontare mezzo mobile... e so che molti di voi hanno già provato questa frustrazione e capiscono quello che intendo, sigh!
Fortunatamente questa non è stata l'unica attività della Settimana Savani, anche se il tempo è stato molto variabile (e mi par di capire che questo è il normale andazzo delle estati svedesi), nei rari momenti di bel tempo siamo riusciti a piazzare un paio di uscite tra le quali un'intera giornata allo zoo ("djurpark") di Kolmården, l'ingresso costa parecchio (nonostante le riduzioni dei bimbi, gli ho lasciato oltre 100€), ma una volta dentro c'è di tutto!
Oltre ovviamente agli animali, ci sono giochi a non finire, tanto che alle sette di sera, dopo aver camminato tutto il giorno tra scimmie e delfini non riuscivo a strappare i due pargoli dal parco giochi più grande che abbia mai visto... avete presente quelle strutture che si trovano nei parchi con una torre due scalette e uno scivolo? li c'erano talmente tanti scivoli, percorsi, dondoli, torri e scale che anche se ci stavano giocando simultaneamente un centinaio di bambini, la struttura era mezza vuota...
Tutto il parco in generale è molto a dimensione di famiglia: all'ingresso ti suggeriscono di mettere un braccialetto ai bimbi con il tuo numero di cellulare in caso di smarrimenti, subito dopo ti puoi prendere dei carrettini per trasportare la prole o attrezzature varie da picnic (a seconda dei casi) ed una volta dentro per ogni gruppo di animali c'è un piccolo parco giochi con varie attività; all'ingresso delle attrazioni principali poi ci sono degli enormi parcheggi coperti per passeggini (centinaia di metri quadri)!
Sicuramente ne riparleremo anche in altri post: in Svezia tutto sembra essere pensato in funzione delle famiglie e dei bambini... sarà anche per questo che è normalissimo incrociare famiglie con 3-4 figli!
Vi lascio con una foto ricordo del nostro settore sello zoo preferito!
;)

domenica 17 luglio 2011

Pronti!

Sono ormai passate tre frenetiche settimane dal nostro arrivo ed è tempo di fare una pausa e tirare un po' fiato!
pensavo che sarei riuscito a scrivere il primo vero post molto prima ma tra problemi tecnici con la connessione e impegni vari il tempo è volato!
Mentre vi scrivo Ilaria sta volando verso Venezia con la fida Emilia (che nelle ultime due settimane si è presa cura dei bimbi mentre noi eravamo in ufficio) e rientrerà sabato, così potrà finalmente stare un po' assieme al babbo convalescente.
... ma andiamo per ordine!
Al nostro arrivo siamo stati accolti dai nostri colleghi della Luvata nel nostro nuovo enorme appartamento; il salotto (30mq) era pieno di cartoni dell'IKEA e il resto della casa era deserto (a parte i bagni e la cucina).
La prima cosa da montare erano i letti dei bimbi: operazione non semplicissima data la struttura che avevamo scelto ma cmq per ora di cena i letti erano ok!
Non avendo pentole o padelle (i piatti li avevamo per gentile concessione della mensa aziendale) ma solo una padellina per cuocere le crépes e non avendo nemmeno un tavolo (a causa di un piccolo problema tecnico con una gamba sfilettata), il menù della prima cena in terra scandinava è stato a base di hot dog e frutta (bimbi felicissimi).
Verso le sette e mezza di sera sono arrivati i traslocatori con cartoni, bici, poltrone e tappeto (tutto in ottimo stato fortunatamente) ed hanno spostato tutto il carico nella futura camera degli ospiti (che a quel punto non era più agibile).
Gli inquilini precedenti si erano portati via anche tutti i lampadari e le lampadine e gli unici punti luce erano le plafoniere dei bagni e le lampade della cucina...
Questo non è stato comunque un grave problema: a fine giugno il sole tramonta tardissimo ed alle undici e mezza avevo ancora abbastanza luce da riuscire a montare il nostro nuovo letto matrimoniale.
Il resto della settimana è andato tra lavori di montaggio, scatoloni da aprire, viaggi all'Ikea di Linköping, e - siccome il tempo era stupendo e a queste latitudini non si può sprecare una giornata di sole -  qualche tuffo in piscina (acqua bassa e riscaldata: il sogno dei bimbi!).
Siamo così arrivati a venerdì 1 luglio, primo giorno di lavoro (ma io ho preso ferie!). La mia collezione di brugole (di cui riparleremo magari un un prossimo post) si è arricchita si quelle per il letto per Emilia e abbiamo fatto sparire un metro cubo di cartoni, rendendo finalmente agibile il salotto.
"Estate" e "venerdì sera" fanno subito venire in mente una cosa agli autoctoni: "barbecue"!
Siamo così stati invitati ad una pseudo-grigliata (in cui ognuno si porta la sua roba e se la cucina sulla carbonella) al futuro asilo di Bianca (www.musikanten.nu) dove tra un boccone e l'altro abbiamo assistito a scene che alle nostre maestre farebbero venire i capelli bianchi!!!
Così, in soli 5 giorni, la nostra nuova casetta è diventata abitabile ed abbiamo cominciato ad ambientaci alla vita locale; Bianca aveva già la sua piccola cerchia di amichette!
Per ora è tutto: i bimbi reclamano la cena e dobbiamo andare al Mac!
(Sto scherzando Ilaria, sto scherzando!! :P)

sabato 2 luglio 2011

SwedeNews strikes back

... come promesso io ed Ilaria ci stiamo attrezzando per tenervi aggiornati sulla nostra avventura in terra scandinava: cosi' ho deciso di riesumare il mitico "periodico" SwedeNews

(per chi non mi conosceva ai tempi dell'ERASMUS ad Uppsala, si trattava di una spassosissima mailing list che - grazie anche all'ausilio di qualche collaboratore - redigevo ed inviavo ad un centinaio di appassionati lettori piu' o meno una volta a settimana)

Siccome dopo 14 anni molte cose sono cambiate in rete, stavolta non si trattera' di una mailing list ma di un blog, al quale potete comunque iscrivervi per ricevere aggiornamenti e per postare commenti.

Probabilmente nei primi tempi non avremo moltissimo tempo per aggiungere spesso nuovi post: quand'ero studente non avevo due pargoli in giro per la casa! ... sicuramente recupereremo durante il lungo inverno svedese!


Buona lettura...