martedì 26 maggio 2015

Östgötaresa

Giovedí io, le mie maestre e la mia classe siamo andati in giro in corriera a vedere la nostra regione.
Ecco alcuni dei posti che abbiamo visitato...

In viaggio per Rök
La Pietra di Rök, la pietra runica con più rune del mondo
Viaggio verso il lago Tåkern (riserva naturale)

Fuori dal Tåkern
:-)
Un cigno nel Tåkern
Vista da Omberg, la montagna più alta della nostra regione
Vista da Omberg sul lago Vättern, il secondo lago più grande di Svezia 

Vista sul Vättern scendendo da Omberg
Il castello di Gustav Vasa (antico re di Svezia) a Vadstena

Finestra della chiesa di Vadstena (fuori)
Finestra della chiesa di Vadstena (dentro)
Francesco

sabato 2 maggio 2015

Valborgsmässoafton

Ogni anno la sera del 30 aprile nei paesi scandinavi ma anche in molte parti del centro Europa, ricorre l'antica tradizione della "Notte di Valpurga".
Le origini sono molto antiche e risalgono al culto delle divinità nordiche e la data ha un significato astronomico (siamo a metà strada tra equinozio e solstizio); in questa notte le streghe scorrazzavano libere e si radunavano per danzare alla luna.
Come per gran parte delle tradizioni pagane l'avvento del cristianesimo ha poi portato ad un "remix" ed è spuntata fuori la ricorrenza di una santa anglo/tedesca (Valpurga) vissuta nel basso medioevo.
Nei secoli quindi la ricorrenza ha assunto diversi significati, ma - immagino fin dall'inizio - è rimasta caratterizzata da grandi falò e canti.
Nel '900 in Svezia si è consolidata come celebrazione dell'arrivo della primavera in cui verso sera la popolazione si ritrova a festeggiare ascoltando prima le tradizionali canzoni rigorosamente intonate da un coro maschile e poi accendendo il falò (di fatto molto simile al Pignarûl friulano o Pan e Vin veneto - che dai tempi dei celti si accende il 5-6 gennaio). Nelle città universitarie (principalmente Uppsala e Göteborg) gli studenti poi si scatenano in canti, sfilate e altre iniziative goliardiche.
Probabilmente fa parte della tradizione anche che il tempo faccia schifo: se nel 2012 (eravamo a Göteborg) abbiamo avuto bel tempo e caldo, nei tre anni seguenti c'è sempre stato freddo, pioggerellina e vento!
Per due anni di fila, da bravi cittadini, abbiamo partecipato alla celebrazione di Söderköping (un po' lunga e noiosetta ad essere onesti); quest'anno, tanto per cambiare un po', abbiamo pensato di puntare più in alto e siamo andati a Norrköping, nel grande parco cittadino.
Ecco alcune foto che abbiamo scattato... (qualità smartphone...)
ore 20, lo spiazzo del Folksparken è già gremito

anche se pioviggina, c'è chi non riesce a rinunciare alla griglia

... o ad altre porcherie zuccherose!

Ore 21: tutto pronto per l'accensione

mentre sul palco banda e coro intonano l'inno nazionale


  video
Falò acceso!

Gli appassionati del groupie si scatenano


... e intanto il fuoco brucia alla grande...

Finale pirotecnico

 ...e poi tutti a casa!